Client 6

PATOLOGIA SOMATICHE E CRONICHE

Il termine “psicosomatico” è stato messo in discussione da tempo, in quanto starebbe a indicare la capacità della mente di provocareun disturbo a livello fisico. Sono numerose le teorie psicoanalitiche che hanno sottolineato la natura interdipendente del binomio mente-corpo nello sviluppo individuale e quindi nella genesi delle condizioni di malessere (Bion, Winnicott, Matte Blanco e lo stesso Freud) e oggi anche gran parte dei contesti sanitari scelgono di adottare un approccio bio-psico-sociale rispetto ai pazienti. 

In questo senso occuparsi delle emozioni e dei rapporti che intervengono a partire da una condizione di malattia fisica, non significa negarne l’origine biologica, ma sostenere quelle aree del funzionamento della persona che necessariamente verranno intaccate dal cambiamento occorso a livello corporeo (pensiamo alle terapie per le patologie croniche come diabete e ipertensione); per esempio evocando vissuti di dipendenza verso le persone che si prendono cura dell’interessato o sentimenti di rabbia verso il medico e/o il sistema sanitario in generale, vissuto come responsabile delle restrizioni che limitano la quotidianità.  

Dott.ssa Margherita Zorzi - Psicologo a Roma

shutterstock_627363827.jpg