Client 7

SVILUPPO IN ADOLESCENZA

Spesso si pensa all’adolescenza come a un periodo inevitabilmente problematico, ed è possibile che i desideri dei genitori si sostituiscano a quelli dei figli, generando incomprensioni e senso di frustrazione e/o costrizione da entrambe le parti. In adolescenza non è solo il giovane a cambiare nell’aspetto, nelle aspirazioni e nei valori, ma è tutto il sistema di rapporti che lo circonda. I genitori sono chiamati a ripensare il proprio ruolo genitoriale e le proprie aspettative rispetto al figlio, adattandole a un rapporto che può subire cambiamenti inattesi. A volte genitori e figli possono sentire che gli obiettivi reciproci sono troppo distanti tra loro (per esempio rispetto alle scelte scolastiche, alle frequentazioni, ai valori e alle aspirazioni) mettendo in atto contrapposizioni violente o allontanamenti dolorosi. Nonostante la differenziazione dai genitori su un piano simbolico sia un aspetto importante per lo sviluppo identitario di ogni figlio, è necessario che si mantenga o ristabilisca un vissuto di fiducia reciproco, che sostenga i cambiamenti del percorso di crescita e la progettualità futura.

Dott.ssa Margherita Zorzi - Psicologo a Roma

shutterstock_110157857.jpg